Che bel “granchio”

           

 

Pensate che ci sono oggetti che ci vengono donati per “non so, una tombola, una tombola… delle schifezze” (!!!) .

E invece si rivelano beni preziosi per i nostri Amici: Paolo ora dorme tranquillo di notte nel rifugio che ha, perché sa di potersi svegliare in tempo, prendere due tram e arrivare ogni mattina per Colazione a Casa Santa Luisa.

La sveglietta è un po’ strana, sì, ma certo con lei non abbiamo preso un “granchio”!

 

 

 



Articolo postato in Diario quotidiano, Storie di vita. Salva il link.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Blue Captcha Image
Aggiornare

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

navigation ?php endif; ?