Protocollo per i Volontari del Servizio DOCCE SPECIALI

           

PROTOCOLLO per i Volontari del Servizio DOCCE SPECIALI

 

 Aggiornato al 27 settembre 2020

I Volontari possono svolgere il proprio Servizio solo se in buona salute. Non devono avere febbre o altri sintomi di raffreddamento, tosse, mal di gola, nausea, occhi arrossati …

All’ ingresso della struttura, in via Nizza al n.24, è presente una bussola  in alluminio e vetro. Su questa, si apre la porta d’entrata e il finestrino a sportello del locale ad uso di portineria consistente in una cabina a vetri.  All’ interno, è segnalato il percorso che gli Amici devono seguire per raggiungere il locale dove si trovano le cabine docce, i lavandini a muro e un servizio igienico alla turca.

L’accesso dei Volontari alla struttura avviene nei modi seguenti:

1)      il Volontario, uscito di casa consapevole della propria buona salute, oltrepassa la porta a vetri dell’entrata del 24 e si ferma per igienizzare le mani prima del Carrello di registrazione. Se indossa propri guanti, viene invitato a gettarli nel contenitore segnalato.

2)      Viene misurata la temperatura corporea mediante apposito rilevatore. Il Volontario addetto che provvede alla misurazione è fornito dei dispositivi di protezione previsti dalla normativa vigente.

3)      Se la temperatura è superiore ai 37.5 gradi, il Volontario non può rimanere; se la temperatura non supera i 37.5 gradi, viene invitato a rispondere ad un breve questionario secondo le prescrizioni vigenti e a sottoscriverlo come propria autocertificazione.

4)      Il Volontario viene quindi invitato a deporre effetti personali ed eventuali colli a mano nello Spogliatoio Volontari (con attenzione a mantenere le distanze non inferiori ad un metro anche fra questi oggetti).

5)      Con nuovi guanti e i dispositivi di protezione necessari per il proprio Servizio, il Volontario raggiunge la propria postazione.

 

Volontario/i alla Porta

1)      Un Volontario, fornito dei dispositivi di protezione necessari, si pone al finestrino della bussola. Accoglie gli Amici e misura loro la temperatura corporea, verificandone il valore. Se la temperatura non supera i 37.5 gradi, apre la porta. In caso di temperatura superiore ai 37.5 gradi, ne avverte l’Amico e lo invita a rivolgersi ad un centro medico competente.

2)      Lo stesso Volontario, o un secondo Volontario addetto, si pone al Carrello di registrazione. Qui il Volontario verifica che l’Amico riponga i propri colli a mano (se ne ha) nel contenitore apposito, e che Amici e Volontari tolgano e gettino i propri guanti (se li indossano), e igienizzino le mani. Poi compila il questionario posto a tutti, e lo fa firmare dall’ interessato. Quindi indirizza Volontari e Amici. Invita i Volontari a recarsi nello spogliatoio per posare le proprie cose e fornirsi degli ulteriori dispositivi necessari per il Servizio. Invita gli Amici a seguire il percorso tracciato per raggiungere il locale docce, portando con loro il contenitore con gli eventuali colli a mano.

3)      All’uscita, il Volontario verifica che l’Amico getti nel contenitore segnalato i dispositivi usati. Può fornire gli Amici di mascherina e guanti nuovi.

 

Variante con accesso dal Cortile 

Se la persona è già entrata nella struttura per il Servizio della Colazione, per attendere il seguente servizio può accedere al Cortile. Uscendo dalla Sala della Colazione, la persona recupera l’eventuale bagaglio e ripete il percorso di ingresso con attenzione al distanziamento sociale. Giunta al Cortile si accomoda ad uno dei tavolini con sedia posti sotto la tettoia o al centro dell’area. La persona può accedere al bagno, precedentemente sanificato, ma non può muoversi per il Cortile senza rispettare il distanziamento o con contatto con oggetti ivi posti. Al momento del turno del servizio richiesto, Il Volontario addetto esce a chiamare la persona e la accompagna all’accesso dalla doppia porta REI che dal Cortile porta al corridoio fra Porta e Sala dello Smistamento. Camminando verso sinistra ci si ritrova nell’atrio della Porta e ivi si seguono le procedure del Protocollo del Servizio richiesto.

 

Volontario alle Docce

1)      All’ entrata del locale docce, un Volontario fornito dei dispositivi di protezione previsti dalla normativa vigente, consegna all’Amico: prodotti detergenti, eventuale rasoio, asciugamano e cambio di biancheria intima con un sacchetto da utilizzare per riporvi e chiudervi dentro la biancheria sostituita. L’Amico ora può accedere al locale.

2)      Effettuata la doccia, il Volontario verifica che l’Amico riponga l’asciugamano usato nel contenitore segnalato e la biancheria sostituita nel sacchetto ricevuto in dotazione, che deve essere chiuso e a sua volta posto nell’altro contenitore segnalato.

3)      Il Volontario invita l’Amico a raggiungere rapidamente l’uscita, utilizzando il medesimo percorso tracciato per l’entrata. Gli comunica che non è autorizzato a sostare lungo il percorso.

 

Volontario al Guardaroba

Un Volontario preparerà le forniture necessarie per le Docce, consegnate poi agli Amici all’entrata del locale docce. Porrà in atto le seguenti operazioni.

1)      Verificare le riserve di prodotti detergenti, rasoi, asciugamani, cambi di biancheria intima, e sacchetti da utilizzare per riporvi e chiudervi dentro la biancheria sostituita.

2)      Preparare la fornitura personale (con possibilità di rapidi cambi di misure nel locale Vestiario a disposizione del Volontario alle Docce).

3)      Garantire la presenza di coperte, indumenti impermeabili in caso di maltempo, accessori… per richieste d’urgenza.

 

Volontario alle Pulizie

Si procede alla disinfezione e alla pulizia dei locali dove si trovano le cabine docce, i lavandini a muro e un servizio igienico alla turca. Tale pulizia è da svolgersi con ulteriori dispositivi di protezione per rafforzare la sicurezza dell’operatore: mascherine filtranti, visiere, camici monouso, calzari.

La cadenza oraria del Servizio Docce è organizzata in modo da non permettere l’incrocio fra le persone che utilizzano il Servizio e, in particolare, per l’attenta e approfondita disinfezione degli ambienti.

A fine Servizio, giornalmente, i locali verranno ulteriormente puliti con macchinari appositi.

Il sacco contenente i sacchetti di biancheria usata va chiuso prima di movimentarlo e portarlo all’ esterno nella raccolta indifferenziata.

Gli asciugamani verranno lavati e igienizzati a 90 gradi.

 

 

Testo per per gli Amici senza dimora del SERVIZIO DOCCE SPECIALI

 

All’ingresso della struttura, in via Nizza al n.24, è presente una bussola  in alluminio e vetro. Su questa, si apre la porta d’entrata e il finestrino a sportello del locale ad uso di portineria consistente in una cabina a vetri.

All’interno, è segnalato il percorso che la persona deve seguire per raggiungere il locale dove si trovano le cabine docce, i lavandini a muro e un servizio igienico alla turca.

L’accesso delle persone alla struttura avviene nei modi seguenti:

1)      la persona che si presenta, deve fermarsi nella bussola, la porta d’entrata rimane chiusa sino alla

2)      misurazione della temperatura corporea mediante apposito rilevatore. Il Volontario che provvede alla misurazione è all’interno della cabina a vetri, fornito dei dispositivi di protezione previsti dalla normativa vigente. La misurazione avviene attraverso il finestrino a sportello.

3)      Se la temperatura è superiore ai 37.5 gradi la persona non può entrare, viene invitata a recarsi quanto prima presso un centro medico competente.

 

Variante con accesso dal Cortile 

Se la persona è già entrata nella struttura per il Servizio della Colazione, per attendere il seguente servizio può accedere al Cortile. Uscendo dalla Sala della Colazione, la persona recupera l’eventuale bagaglio e ripete il percorso di ingresso con attenzione al distanziamento sociale. Giunta al Cortile si accomoda ad uno dei tavolini con sedia posti sotto la tettoia o al centro dell’area. La persona può accedere al bagno, precedentemente sanificato, ma non può muoversi per il Cortile senza rispettare il distanziamento o con contatto con oggetti ivi posti. Al momento del turno del servizio richiesto, Il Volontario addetto esce a chiamare la persona e la accompagna all’accesso dalla doppia porta REI che dal Cortile porta al corridoio fra Porta e Sala dello Smistamento. Camminando verso sinistra ci si ritrova nell’atrio della Porta e ivi si seguono le procedure del Protocollo del Servizio richiesto.

 

4)      Se la temperatura non supera i 37.5 gradi, viene aperta la porta. Se la persona indossa dei guanti , deve toglierli, gettarli nel contenitore segnalato e igienizzare le mani (verrà poi fornita di un nuovo paio di guanti prima di uscire). Se la persona ha dei colli a mano (borse, zainetti, marsupi…), prima di togliersi i guanti, li ripone nel contenitore apposito che poi porterà con sé.

5)      Si fornisce la persona dei dispositivi necessari (mascherina se sprovvista, calzari…)

6)      La persona viene invitata a rispondere ad un breve questionario secondo le prescrizioni vigenti e a sottoscriverlo come propria autocertificazione.

7)      La persona viene quindi invitata a seguire il percorso tracciato per raggiungere il locale docce. Eventuali colli a mano possono essere depositati esclusivamente nel locale docce, al seguito della persona.

8)      All’entrata del locale docce, un Volontario fornito dei dispositivi di protezione previsti dalla normativa vigente, fornisce alla persona: prodotti detergenti, eventuale rasoio, asciugamano e cambio di biancheria intima con un sacchetto da utilizzare per riporvi e chiudervi dentro la biancheria sostituita. La persona ora può accedere al locale.

9)      Effettuata la doccia, la persona ripone l’asciugamano usato nel contenitore segnalato e la biancheria sostituita nel sacchetto ricevuto in dotazione, che deve essere chiuso e a sua volta posto nell’altro contenitore segnalato.

10)   La persona deve poi raggiungere rapidamente l’uscita, utilizzando il medesimo percorso tracciato per l’entrata. Non è autorizzata a sostare lungo il percorso.

11)   All’uscita, la persona può essere fornita di mascherina e guanti nuovi. I dispositivi usati (mascherina, guanti, calzari… ) vanno depositati nel contenitore segnalato.

12)   Si procede alla disinfezione e alla pulizia dei locali.

13)   La cadenza oraria del Servizio Docce è organizzata in modo da non permettere l’incrocio fra le persone che utilizzano il Servizio.

14)   Gli asciugamani verranno lavati e igienizzati a 90 gradi.

15)   A fine Servizio, giornalmente i locali verranno ulteriormente puliti con macchinari appositi.

 

 

 

 



Articolo postato in Diario quotidiano, Formazione, Giovani, Notizie, Protocolli Corona Virus. Salva il link.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Refresh



navigation ?php endif; ?