B come Bellezza

           

… la Bellezza che Florin ci dona, attivando un piccolo altoparlante.

Lui è un giovane rumeno senza dimora, timido e gentile, dall’aria estranea al mondo che ha attorno.

Ci saluta, fa Colazione, poi si siede nel nostro portico. Mentre attende che si ricarichi il telefono nel nostro Sportello di Accoglienza, lui traffica con degli aggeggi ed ecco, la musica di Mozart ci raggiunge, abbraccia e solleva… le arie da ”Il Flauto magico” risuonano nell’alba che appena rischiara il cielo.

E il giorno si apre alla vita.



Articolo postato in Alfabeto. Salva il link.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Refresh



navigation ?php endif; ?