P come Preghiera 2

           

 

Quando conduco veramente gli amici e le persone per cui prego nella mia intimità più segreta, portando i loro dolori, le loro lotte, il loro pianto nella mia stessa anima, allora, per così dire, abbandono me stesso e divento loro, provo compassione… In questa esperienza, però, mi accorgo anche che la compassione non è mia, ma è un regalo che Dio mi ha fatto.

Don Henry J. M. Nouwen



Articolo postato in Alfabeto, Diario quotidiano. Salva il link.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Blue Captcha Image
Aggiornare

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

navigation ?php endif; ?