“E mi su nen”…

           

 

Metti una mattina a Colazione a Casa Santa Luisa.

Metti un momento di amicizia, allegria, sollievo, con la giovane Volontaria e la Figlia della Carità nello Sportello di Accoglienza, che ha in dotazione una chitarra.

Metti la suddetta chitarra nelle mani di un italiano – Ruggero – , un magrebino – Mustapha –  e un rumeno – Dorel – …

Ecco che, dopo un blues e una cascata di arpeggi moreschi, inizia un’improvvisazione rockettara dagli indubbi accenti piemontesi…

Vi daremo notizia sull’elaborazione di questa prima idea compositiva… ma intanto vi anticipiamo la Bellezza di cuori e menti che guardano all’altro con Amore, ed i confini, le lingue, le religioni e le culture divengono una sola fiamma per illuminare e scaldare la vita di ognuno.

 



Articolo postato in Diario quotidiano, Giovani, Notizie e taggato , , , , , . Salva il link.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Blue Captcha Image
Aggiornare

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

navigation ?php endif; ?